CANDIOLO PRO LOCO

Vai ai contenuti

Menu principale:

Updated: 31/12/2016

.. la Pro Loco ha 26 ANNI !
VI AUGURA UN PROFICUO 2017
.. L'UNITA' D'ITALIA NE COMPIE 156!!!!

Sede Legale
Via D'Antona 19
10060 Candiolo



con il patrocinio della





 
 

!! BENVENUTI  A  CANDIOLO !!

- DAL 25 LUGLIO 2014 per decreto del MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI la "CANDIOLO PRO LOCO" è stata inserita nel registro nazionale delle "ASSOCIAZIONI DI PROMOZONE SOCIALE"
>>>>   o    <<<<

 
 


Abbiamo realizzato un fotolibro che racconta CANDIOLO attraverso le immagini scattate per le gare fotografiche, e contiene cenni sulla Storia del paese, nonchè  curiosità e aneddoti inerenti alle immagini scattate.
Il fotolibro dal titolo
"Candiolo .... le immagini raccontano...."
è visibile presso la Biblioteca Comunale, ed è acquistabile
.
Troverete presso alcune cartolerie quattro differenti cartoline su Candiolo. Vi invitiamo a vederle.....e poi acquistarle!

 

CANDIOLO e la sua storia.

Le origini di Candiolo sono molto antiche, risalgono all'epoca romana, come fu dimostrato da diversi reperti quali fibbie di bronzo, suppellettili, tegole in terracotta, sepolcri, urne cinerarie. Le urne ritrovate (periodo imperiale) contengono numerose suppellettili funerarie e sono conservate nel Museo d'Antichità di Torino. Il più antico documento riguardante Candiolo è un atto di vendita inserito negli archivi dell'abbazia di Rivalta, datato attorno all'XI secolo. Pare che l'attuale nome sia dovuto ad un nobile patrizio di nome Candidius o Candidus. Certo è che fu, per sei secoli, un feudo o Commenda dell'Ordine di Malta, del quale ancora oggi si possono notare moltissimi tipici fregi (la croce sul campanile, l'emblema della casata Solero di Breglio sul vecchio portale nella via centrale, che ricordano l'appartenenza a questa commenda sino al XVII secolo). Candiolo costituiva uno dei quattro priorati della Commenda, e fu retta da Priori abili ed influenti che, con le famiglie di Nobili Signori imparentati con casati autorevoli, ressero le sorti di Candiolo  (Parpaglia, Solaro, Cacherano d'Osasio, Roero di Guarene, Della Rovere, Orsini, e altri ancora).

Vicende alterne legate al susseguirsi dei vari domini, dagli Acaia ai Savoia, dalle scorrerie delle truppe longobarde a quelle francesi, spagnole e tedesche, ovviamente legate agli avvenimenti dell'intera regione, hanno lasciato moltissimi segni, comprese anche ripetitive pestilenze che decimarono gli abitanti. Attualmente è una cittadina stabilmente ancorata al mondo agricolo, benché abbia avuto nel passato qualche inventiva di carattere industriale e la presenza di attività prevalentemente artigianali, come descritto sul testo "Cenni di Candiolo".


Nota bene: La presente descrizione è stata liberamente tratta dal volume Cenni Storici di Candiolo, scritto dal Teologo Giovanni Battista Perlo. Il testo è visibile presso l'Archivio Storico e la Biblioteca Comunale di Candiolo..

 

                     


 
 
 
 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu